Colombo Dry Gin

m4552a

 

Il Colombo Gin contiene 7 diverse botaniche: ginepro, semi di coriandolo, angelica, radice di liquirizia, cannella dello Sri-Lanka, foglie di curry e radice di zenzero. Questo gin è stato descritto come il London Dry style “definitivo”, in quanto offre una netta predominanza dell’aroma di ginepro bilanciato da “una bellissima miscellanea di soffuse note speziate” ed è prodotto artigianalmente in piccoli lotti utilizzando un alambicco di rame.

Durante la Seconda Guerra Mondiale era vietato produrre gin al di fuori dell’Impero Britannico in quanto gli ufficiali di dogana non pensavano fosse possibile produrre un London Dry di buona qualità fuori dall’Inghilterra. Però la perseveranza delle Rockland Distilleries ha portato a una norma chiamata Ceylon Made Foreign Liquor (CMFL), che ha concesso la produzione di gin Sri Lanka (ora Ceylon) e la creazione del Colombo Gin. Questa regola è stata estesa all’India e circa nello stesso periodo si è formata la Indian Made Foreign Liquor.

A causa della guerra i canali commerciali erano bloccati e quindi la ricetta originale era distillata a partire dalle botaniche locali. Oggi invece la distilleria ha rimpiazzato alcuni ingredienti in favore della “ricetta tradizionale del London Dry gin” creando un Colombo Gin che ha definito “l’originale riportato in vita.”

Six Ravens Gin

six-ravens-london-dry-gin

 

Six Ravens London Dry Gin è ottenuto esclusivamente dalla distillazione di botaniche selezionate, non sono aggiunti né zucchero né tanto meno aromi a fine distillazione.

La Ricetta del Six Ravens è formulata all’insegna dell’individualità e del gusto; oltre alle classiche botaniche come coriandolo, angelica, salsapariglia e scorza di limone l’unicità di questo gin è data dall’aggiunta in distillazione di radici di zenzero fresco. Il sapore fruttato e allo stesso speziato dello zenzero, in perfetta armonia con le classiche note del ginepro, si legano squisitamente con il gusto leggermente amaro di un’acqua tonica. 

Questo gin si specializza nei gin&tonic anche grazie al suo tenore alcolico del 46% che permette di mettere ancor più in evidenza il distillato di qualità che si sta assaporando.

Jinro 24 Soju

jinro-soju-25

Jinro 24  nasce nella Korea del Sud, è un distillato di tapioca, riso e patate dolci; si contraddistingue per la sua classica etichetta giallina.

Prodotto da ingredienti naturali di elevata qualita’ e dai piu’ grandi conoscitori di Soju, Jinro 24 raggiunge un delicato equilibrio tra il suo gusto pulito e il finale morbido. Se da un parte la sua composizione naturale puo’ essere apprezzata liscia, d’altro canto si miscela perfettamente con frutta fresca, succhi o con i drink piu’ gustosi.

Il suo contenuto alcolico è abbastanza alto da dare una spinta ai cocktail piu’ popolari, pur restando abbastanza basso da permettere una bevuta di piu’ lunga durata.

Inoltre, la sua morbidezza e gusto unico lo rendono perfetto compagno di piatti di carne e pesce grigliati.

Nikka Super “Revival” Limited

super-nikka-revival

Masataka Taketsuru era il figlio di un produttore di Sake. In gioventù fu mandato in Scozia per imparare i segreti del Whisky, qui incontrò Rita Cowen — fanciulla scozzese che sposò e portò con sé in giappone. Lavorò come impiegato per altre aziende produttrici di alcolici per qualche anno, ma Rita lo spinse ad avviare la propria attività. Nel 1934 fondò la Yoichi Distillery.

La Yoichi Distillery è situata nella regione meridionale di Hokkaido ed è circondata su tre lati dalle montagne, un terreno molto simile a quello trovato da Taketsuru in Scozia.
Nel 1961, Rita – l’amore della sua vita – passa a miglior vita. Masataka decide di dimostrare il suo amore per lei creando qualcosa di unico, un’opera d’arte. Sceglie i suoi single-malt migliori e da vita a al Limited Edition Super Nikka, inserito sul mercato nel 1962. Alcune rarissime bottiglie vengono tutt’oggi rinvenute e vendute all’asta.
Nikka Super “Revival” Limited riprende le caretteristiche di quella storica edizione, per riportare in vita la storia più romantica che la distillazione internazionale abbia mai visto
Watashi wa anata no kenkō ni nomimasu (Bevo alla tua salute). 

 

Hibiki Japanese Harmony – Master’s Select

hibiki-japanese-harmony-masters-whisky

Hibiki è stato creato per essere il paradigma dei blend di casa Suntory. Il termine hibiki significa “risonanza” in giapponese, e riflette la filosofia Suntory di “vita in armonia con le persona e la natura”. Hibiki celebra la natura giapponese e le sottigliezze che nascono dalle 24 stagioni del calendario tradizionale, riflesse nelle 24 sfaccettature della bottiglia. Hibiki è una armoniosa miscela di innumerevoli whisky di malto e grano prodotti dalle Suntory’s distilleries, meticolosamente miscelati per creare un’orchestra di aromi e sapori.

Hibiki Japanese Harmony è l’epitome dei blend Hibiki. questo sottile, nobile e armonioso blend ricorda i tratti del sentore di uno Yamazaki Sherry Cask. E’ un’esclusiva limited edition, pronto a deliziare ogni conoscitore di whisky.

colore dorato, un iniziale profumo di crostata di frutta, che si unisce a mele cotte ed essenze agrumate, con una traccia di vaniglia e una base di fiori tropicali appena percepibile. Un goccio d’acqua aggiunge un sentore di trucioli di rovere. una struttura morbida, con un inizio di albicocca dolce, speziato nel finale. Abbassando il grado alcolico il gusto rimane più pastoso, con un retrogusto legnoso e piacevolmente fumoso.

Lo trovate, naturalmente, da Damarco

Amacardo – Amaro di Carciofino Selvatico dell’Etna

amaro-carciofino

Estratto in modo naturale dal carciofino selvatico raccolto nelle vallate siciliane intorno al vulcano Etna, l’amaro Amacardo vi sorprenderà con il suo gusto amabile ed agreste.
Il digestivo dal fervore siculo, ideale se ghiacciato.

Prodotto Base: alcool idrato, zucchero, infuso di carciofino (Cynara Cardunculus Silvestris), aromi naturali. | Colore: ambra | Profumo: aromatico, pieno, intenso | Sapore: dolciastro, avvolgente, persistente | Tenore alcolico: 32°

Lo trovate ovviamente da Damarco

Linea Vintage Distilleria Quaglia

PicMonkey Collage

L’Antica Distilleria Quaglia di Castelnuovo Don Bosco pratica da oltre un secolo la nobile arte della distillazione e della produzione di liquori.

L’attuale linea di pensiero viene portata a testa alta dal giovane Carlo che nel rispetto della tradizione e della genuinità, continua l’attività di una azienda che attraverso l’opera di quattro generazioni, costantemente si aggiorna e progredisce per soddisfare appieno le richieste della clientela offrendo un prodotto che racchiude in sè la qualità più pregiata.

Una dei loro progetti meglio riusciti degli ultimi anni è rappresentato dai liquori Vintage, che riprendono antiche e classiche ricette vestite elegantemente e pronte per essere utilizzate per degustazioni e miscelazioni.

Le trovate, ovviamente, sugli scaffali di Damarco

Alkkemist Gin

gin-alkkemist-cl-70-ast

 

Alkkemist è un gin ultra premium distillato soltanto dodici volte in un anno nelle notti di luna piena utilizzando una quadrupla distillazione in alambicco di rame con un processo rigoroso che coinvolge oltre ventuno botaniche diverse(tra cui finocchio marino, salvia, verbena, camomilla, petali di rosa, uva moscato, melissa, the oolong, camomilla mahon, timo, finocchietto selvatico, ginepro, radice di angelica, cardamomo, coriandolo, buccia di limone e arancia, menta, menta poleggio, acalypha ispida, agrimonia eupatoria).

Viene realizzato da una piccola distilleria spagnola, l’unica ad utilizzare alla fine del processo di distillazione l’uva moscato, che garantisce un aroma ed un sapore unici al gin. Il packaging ricalca la tradizione richiamando le leggendarie pozioni alchemiche medievali.

Il gin Alkkemist si presenta liscio e trasparente. All’olfatto è predominante l’aroma dell’uva moscato che addolcisce il profumo balsamico della menta e del timo. Al palato è fresco, aromatico, con i sentori dell’uva che tornano prepotentemente lasciando un retrogusto che richiama tutti i sapori del mediterraneo. Si può consumare liscio o con ghiaccio. Ideale come ingrediente nella creazione di cocktail classici come il Gin Tonic, la gradazione alcolica è del 40vol%.

 

Non è magia, non è un mistero. Potete trovarlo da Damarco, ovviamente.

Sabatini Gin

sabatini-gin-bottle-v1

Un London Dry Gin nel cuore della Toscana

Amare la Toscana e amare il buon Gin. Le due cose possono non sembrare così collegate, a chi non sia esperto di questo distillato, perché pochi sanno che il Ginepro migliore, usato per la produzione di molti Gin di alta qualità, proviene proprio dalla Toscana. Qui, a Teccognano, una frazione di Cortona, in provincia di Arezzo, i Sabatini, una famiglia molto legata a questa terra, hanno deciso di rendere questo legame ancora più stretto, di elevare, per così dire, il grado di toscanità del Gin. Come? Utilizzando non solo il ginepro ma anche tutta una serie di botanicals colti principalmente nella proprietà di famiglia e nelle aree limitrofe, per creare un London Dry Gin d’eccellenza che rechi con sé i profumi e le suggestioni delle colline toscane.
Un atto d’amore verso la propria terra, figlio della passione della famiglia Sabatini: Enrico, Filippo, Niccolò e Ugo. Nel 2015, con la fondazione della Teccognano S.r.l., si passa all’azione.

Sempre alla ricerca del meglio, contattano Charles Maxwell, della Thames Distillers, uno dei massimi esperti del settore, erede di undici generazioni di distillatori londinesi, e si affidano ai consigli di Alessandro Palazzi, Bar Manager di uno dei più rinomati cocktail bar di Londra.

Maxwell, in collaborazione con la famiglia Sabatini, ha sovrinteso alla scelta dei botanicals e al loro abbinamento creando una ricetta che, rispettando le regole della distillazione classica inglese, offre anche un’esperienza sensoriale che riporta immediatamente alla Toscana.

Il Sabatini Gin, dunque, non è solo un prodotto di alta qualità, ma è anche il frutto di un’unione perfetta, di sapori, di aromi, di suggestioni e di storia, quella della famiglia Sabatini che lo ha concepito e realizzato con passione e professionalità. E, in fondo, il Sabatini Gin non è altro che un nuovo episodio dell’importante legame storico e culturale che unisce la Toscana all’Inghilterra.

Lo trovate ovviamente da Damarco

 

 

fonte www.sabatinigin.com

Laird’s & Company Applejack

lairds-applejack_3

Laird’s Applejack è una miscela di 35% apple brandy e 65% alcool neutrocaraterizzata da una morbidezza unica e un sapore ricco e rotondo.

E’ riconosciuto, da tutti, come il più antico distillato natio d’America, e la Laird’s & Company come la più antica distilleria a conduzione famigliare. Producono il Laird’s Applejack in Monmouth Country, New Jersey, sin dal 1698. Le prime prove scritte riferenti alla distillazione a fini commerciali dell’Applejack risalgono ai libri contabili di Robert Laird nel 1780.