Archivio mensile:novembre 2012

Tequila Herradura

Herradura è stata fondata nel 1861 da Feliciano Romo ad Amatitàn, una cittadina situata a circa10 Km dalla città di Tequila nello stato di Jalisco.

La leggenda vuole che Feliciano Romo mentre cercava il luogo ideale per costruire la distilleria, abbia intravisto un oggetto luccicante in terra. Era un ferro di cavallo, da sempre considerato un oggetto portafortuna, per cui decise che quella sarebbe stata la sede ideale della sua

La Tequila è il ricavato del duplice processo di distillazione dell’agave blu, pianta originaria del Messico e più precisamente della regione di Jalisco. Possiamo distinguere tre varietà a cui corrispondono altrettanti aromi: il bianco, un tequila giovane, imbottigliato subito o conservato in botti d’acciaio. Il suo aroma è quello dell’agave cotta mescolato a erbe, agrumi, fiori e frutti. Il riposato, dove si avverte anche la presenza di mandorla, vaniglia e del legno, in cui invecchia da tre mesi ad un anno (maturo). Per l’annoso aroma di noci, pepe, chiodi di garofano, invecchiato 5-6 anni. Un vero e proprio rito è quello di berlo liscio e freddo, in uno shot, alternando sorsi di Tequila, a prese di sale e mordendo uno spicchio di limone. Il suo colore va dal bianco cristallino, al paglia, fino ai toni dell’ambra, a seconda dell’invecchiamento.


Stoli

La più amata dai mixologists
Stoli è la premium vodka utilizzata nei migliori cocktails preparati in tutto il mondo
La formulazione è quella originaria, sancita dal brevetto del 1945. Il proprietario del marchio, SPI Group, mantiene il controllo diretto dell’intero processo di produzione, dalla coltivazione dei cereali fino all’imbottigliamento. Il Gruppo ha effettuato investimenti importanti in ogni fase della produzione. Grande attenzione viene prestata alla selezione della migliore materia prima (vengono usate circa 100.000 tonnellate di cereali all’anno, attentamente valutati dagli esperti). Raduga, il settore agricolo di SPI Group, coltiva 5.600 ettari nella regione di Tambov in Russia (sud-est di Mosca) con i metodi piú innovativi. La distillazione avviene nel modernissimo impianto di proprietà nella stessa città di Tambov.L’imbottigliamento è in Lettonia, a Riga, presso la Latvias Balzams Distillery che appartiene a SPI Group.


Tequila Orendain

Fondata nel 1926 da Don Eduardo Orendain, è la marca più prestigiosa di Tequila, prodotta nella distilleria Mexicana a Jalisco patria della Tequila. Orendain utilizza l’agave coltivata nella Hacienda di famiglia. Tutto inizia selezionando scrupolosamente gli “hijuelo”, i polloni che crescono alla base delle agavi che hanno tra i 3 e i 6 anni e che vengono ripiantati nei nuovi campi. Bisognerà aspettare tra gli 8 e i 10 anni per ,poter raccogliere l’ananas come viene chiamata la parte centrale dell’agave liberata delle foglie spinose dal “jimador”, un esperto vendemmiatore che utilizza la “coa” un atrezzo speciale simile ad un largo cucchiaio (foto a lato). L’ananas arriva a pesare sino ad 80 chili. L’ananas viene poi tagliato in due e viene cotto a 105°: il risulato è l’idrolisi degli zuccheri dell’agave che producono lo sciroppo di agave da cui viene estratto il succo che viene poi fermentato in grandi tini con lieviti naturali indigeni. Doppia distillazione e uscita del distillato al 45% vol. alcool. In questo momento in cui è molto difficile trovare Tequila, sia per la malattia che ha colpito l’agave nel 2000 sia per la crescente domanda degli Stati Uniti di Tequila invecchiata, siamo fieri di iniziare la distribuzione in Italia di Orendain che occupa la posizione numero 4 sul mercato messicano.

image.gif

Tequila Ocho


Le agavi sono vendemmiate a piena maturazione ad alto contenuto zuccherino; vengono poi cotte in forme di pietra a calore moderato per 72 ore e poi pressate per ottenere l’agua miel che poi è fermentata con i lieviti naturali dell’agave. La distillazione avviene in piccoli alambicchi di rame.

Higland Park


Dopo Islay, i cultori del single malt, arrivano alle isole Orkney. Fondata nel 1798 nelle isole Orcadi, la distilleria di Highland Park è una delle più remote al mondo. L’esposizione agli elementi della natura e la posizione estrema costituiscono il cuore di questo single malt. Da oltre 200 anni la distilleria unisce tradizioni antiche e la migliore cura artigianale per raggiungere la perfezione e produrre una gamma di single malt di 12, 15, 18, 25, 30 e 40 anni di invecchiamento, celebrata da tutti gli esperti di whisky. La qualità di Highland Park si fonda su cinque aspetti fondamentali:
• Processo di maltazione tradizionale, operato manualmente su pavimenti di pietra, dona al whisky un carattere estremamente aromatico ed equilibrato.
• Torba antica delle Orcadi, particolarmente aromatica per l’assenza di alberi, conferisce un aroma affumicato dolce ed unico.
• Clima delle Orcadi, freddo ma con assenza di temperature estreme e con aria ricca di sale marino, favorisce un processo di maturazione gentile, aggiungendo equilibrio al whisky.
• Invecchiamento in botti di rovere ex sherry, che contribuiscono alla sua peculiare ricchezza e complessità.
• Il “Marriage”, matrimonio tra whisky di diverse botti – garantisce armonizzazione, qualità costante ed equilibrio ad ogni bottiglia di single malt scotch whisky Highland Park.

Grappa: una ricetta di famiglia

 

“Ricette di famiglia” è il programma di Rete 4

dedicato alla ricette della tradizione eno-gastronomica italiana

condotto da Davide Mengacci dai luoghi più suggestivi d’Italia.

Alle 10.50 del 7 novembre 2012 è andata in onda una puntata 

dedicata alle specialità di Bassano del Grappa.

Giuseppe Nardini e Jacopo Poli 

hanno raccontato insieme lo spirito di famiglia che li anima

e le affinità che uniscono il più importante distillato italiano, 

la Grappa, alla città di Bassano del Grappa. 

GIANNI SANTORO mercoledi 14 novembre IL JAZZ E LA BOSSA NOVA dalle 20.


Torniamo al San Giors … per restare!
Ogni settimana, un nuovo appuntamento con i menù scelti dallo chef Antonio
Laghetti e la nostra musica.

i CETRI! immersi negli anni ’50 con
Gianni Santoro: chitarrra
Gianluigi Corvaglia: sax
Francesco Nozzam: contrabbasso
Dorino Archimede: batteria.

Ed i piatti preparati da Antonio Laghetti :
Antipasti:
insalata di gallina con verdure e senape
flan di topinambur con fonduta di parmigiano

Primo:
tagliolini al ragù di verdure

Secondo:
filetto di maiale al castelmagno
con contorno di stagione

Dolce:
panna cotta con crema di castagne

acqua e caffè

40€ vini e bevande escluse

E’ consigliata la prenotazione.
011/5216357
www.hotelsangiors.it/

La Direzione
Telefono: 011/5216357
Cell.: 349/1934253
Sito web: www.hotelsangiors.it